Napoli Città

VOMERO – De Luca blocca la movida: “Controlleremo via Aniello Falcone”

           

NAPOLI – Nella fase 2 nessun ritorno alla normalità e nessuna movida. A ribadirlo è il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, che in diretta su Facebook, striglia chi spera nella ripresa della vita regolare. “Dovremo mantenere il rigore nei comportamenti, il distanziamento sociale, dopo il primo maggio in Campania sarà obbligatorio indossare le mascherine. Non è che – ha detto il governatore – torniamo a come eravamo tre mesi fa. Lo dico perché qualcuno mi scrive dicendomi che così non si può riprendere la movida: ma tu sei scemo o sei buono?”. “C’è gente che si è bevuta il cervello e non ha capito che riprendiamo in un contesto di prudenza e di tutela rispetto ai pericoli di ripresa del contagio. Rispetteremo i protocolli di sicurezza previsti anche per le attività economiche quando riprendono. Serve rigore”, ha aggiunto De Luca ringraziando i campani per i comportamenti corretti e responsabili che si sono avuti nella Fase 1 parlando, attualmente, di “un quadro rassicurante” riferendosi soprattutto ai dati dei contagi negli ultimi giorni.

“I cittadini di via Aniello Falcone, dove abbiamo una particolare concentrazione di bar e pub, mi esprimono preoccupazione perchè le prime aperture non portino atteggiamenti irresponsabili e affollamento nei luoghi della movida. Lì, quando c’erano già le prime misure di contenimento, c’era l’ira di Dio”. Lo ha detto in una diretta Facebook il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca parlando di una delle zone della movida di NAPOLI. “Cercheremo di controllare – ha precisato – che non ci siano leggerezze nè atti di irresponsabilità, lì come in tante altre realtà del centro storico”.