Napoli Città

VASTO (FOTO). Gente in strada e assembrata in barba al Coronavirus, esplode la rivolta sui social

           

NAPOLI – La prima foto pubblicata riprende da lontano quattro uomini seduti al sole su un muretto basso che delimita un giardino in piazza Nazionale a Napoli. A postarla è Stefania che dal balcone della sua abitazione ha immortalato lo scatto. “Vi dovete stare a casa: ore 15 piazza Nazionale, quanta maledetta ignoranza”, scrive. In un’altra foto invece, in un vicolo del rione Vasto, nei pressi della stazione di piazza Garibaldi, ci sono sei extracomunitari intenti a parlare tra loro, senza alcuna protezione o distanziamento sociale. Adele scrive ironica: “Salve a tutti, spero che stiate tutti bene. Volevo farvi vedere come vivono in quarantena in Burundi. Scherzo, è sotto casa mia, ci eravate cascati eh?”. Le rispondono in tanti, postando altre foto di altre zone del rione. C’è molta tensione al Vasto, quartiere di Napoli a pochi passi dalla stazione centrale che già in passato è stato al centro di scontri tra i residenti esasperati ed extracomunitari, per lo piu’ africani. Una tensione che mentre prima si traduceva in gesti esasperati e proteste in strada, ora ha solo nei social la sua valvola di sfogo. Assunta scrive nel gruppo ‘Comitato quartiere Vasto’, che conta quasi 5 mila iscritti: “A via Venezia è un macello, per tutta la zona da stamattina non ho visto vigili, polizia, carabinieri”. Le fa eco Marianna: “Buttate l’acqua dai balconi o urlate come facciamo noi. Prendete il cellulare e fate finta di parlare con i carabinieri e quelli se ne vanno”. La paura però di essere contagiati è tanta anche perchè, così come si vede dalle foto, nessuno di quelli che si intrattengono in strada ha mascherine protettive e tutti continuano a svolgere la loro vita come se nulla fosse. In un negozio che vende pesce essiccato c’e’ folla. Adelaide, l’amministratrice del gruppo scrive: “Ma come la vogliamo vincere questa battaglia? Lo stato e’ assente, la volonta’ politica manca, se chiami le forze dell’ordine non intervengono. Non abbiamo perso solo noi residenti, ma anche chi dovrebbe far rispettare la legge. Venite a chiederci i voti poi, vi stiamo aspettando”.