Napoli Sud

TORRE ANNUNZIATA. Ferito in un agguato, è legato al clan Gionta

           

TORRE ANNUNZIATA – Si chiama Alfonso Scoppetta, il 33enne ferito questa mattina a Torre Annunziata, nel Napoletano. L’agguato sarebbe legato ai contrasti tra il clan Gionta, al quale l’uomo è ritenuto dagli inquirenti contiguo, e i Limelli-Vangone. Una faida che si trascina da decenni e che negli anni ha portato a molte vittime per la gestione del traffico di droga.

Secondo il racconto alla polizia di un pregiudicato 33enne, il fatto è accaduto a Torre Annunziata, in via Tagliamento, all’una di questa notte circa; il 33enne era a piedi a poca distanza dalla sua abitazione quando è stato avvicinato da quattro persone a bordo di due scooter che hanno esploso colpi contro di lui, ferendolo al ginocchio sinistro. Portato all’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia, il ferito ha avuto una prognosi di 30 giorni ma ha rifiutato il ricovero. Agenti in via Tagliamento hanno trovato e sequestrato due bossoli calibro 7,65.