Nolano

SOMMA VESUVIANA. Il sindaco annuncia due nuovi casi di Covid-19

           

SOMMA VESUVIANA – “Siamo al sesto e settimo caso di Coronavirus a Somma Vesuviana. Chiedo a tutti i cittadini di rispettare le norme. La spesa? Una volta ogni 15 giorni se fosse possibile”. Così Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana, in provincia di Napoli, aggiornando il bollettino dell’emergenza nel proprio comune. Il primo cittadino ha rinnovato anche l’invito a restare a casa ricordando a tutti che “le comprovate esigenze sono di natura lavorativa per quelle attività che possono restare aperte in base ai decreti o per esigenze sanitarie. Non affolliamo i supermercati e non affolliamo le farmacie. Per quanto riguarda il ritiro della spesa – ha spiegato Di Sarno – è disponibile anche il servizio di Croce Rossa Italiana. Il numero di telefono della Croce Rossa e’ il seguente: 3312 339074”. “Ho invocato – ha sottolineato il sindaco – la presenza dell’Esercito sul nostro territorio. Le forze dell’ordine e la polizia municipale stanno facendo un lavoro meraviglioso ma il territorio è esteso. Dico semplicemente che nessuno e, soprattutto io, vuole descrivere qualcuno come untore. Più restringiamo i movimenti e prima ne usciremo. C’è un focolaio, questo focolaio è in quel territorio e così come è stato fatto altrove da altri sindaci, ho invocato la chiusura dei confini, al fine di avere un maggiore controllo e dunque la presenza dell’Esercito. Quanto è accaduto a Madonna Dell’Arco è un fatto grave, ora stiamo entrando in una fase cruciale e per questo motivo ritengo che sia necessario garantire ancora maggiore controllo di rispetto dei decreti e delle norme”. “Non si tratta di impedire alla gente di andare a lavorare, per quelle attività che ricordo eventualmente possano rimanere aperte in base ai decreti, ma si tratta – ha concluso Di Sarno – di poter garantire maggiori controlli sul territorio. Un territorio che comprendendo i comuni limitrofi è abitato da più di 100.000 persone”.