Napoli Città

SECONDIGLIANO. Cade dal tetto di un capannone e sbatte violentemente la testa, 12enne grave

           

NAPOLI – L ‘intero quartiere di Secondigliano si è raccolto in preghiera, per il giovane Emanuele, il 12enne rimasto gravemente ferito cadendo dal tetto di un capannone abbandonato a Casavatore a confine con Secondigliano, lo scorso 20 luglio. Il ragazzino, per cause ancora da accertare, è precipitato forse per un cedimento strutturale o forse per un piede in fallo sbattendo violentemente la testa. Emanuele è ricoverato al Santobono, non in pericolo di vita ma in prognosi riservata a seguito di un trauma cranico. Indagini in corso da parte dei carabinieri di Casavatore per cercare di ricostruire quanto accaduto e capire se Emanuele in quel deposito in via Astreno Galante fosse da solo o in compagnia di qualche amichetto.