Napoli Città

SAN GIOVANNI A TEDUCCIO. Scarcerato ras del clan Mazzarella

           

NAPOLI – Il 3 maggio è stato scarcerato il boss del clan Mazzarella Gennaro Cozzolino.

Il tribunale di Sorveglianza di Napoli ha deciso di concedere gli arresti domiciliari a Cozzolino a causa, a quanto sembra, di gravi problemi fisici a seguito di un’ischemia.

“L’ennesimo boss di camorra che viene scarcerato, che vergogna. Da quando è scoppiata l’emergenza corona virus tutti i boss sanguinari di mafia e camorra hanno scoperto di stare male e in troppi hanno rapidamente ottenuto i domiciliari. Eppure è stato dimostrato dai numeri che all’interno degli istituti carcerari non vi è mia stata una vera emergenza legata all’epidemia ma nonostante questo pericolosi criminali vengono rimessi in libertà dopo tutto il male che hanno fatto al nostro territorio a ai cittadini. A Poggioreale addirittura ci sono stati zero contagi tra i detenuti. Noi non ci stiamo, proseguiamo la nostra battaglia, sostenuta da numerosissimi cittadini perbene, contro le scarcerazioni vergognose dei boss di mafia e camorra. Se si vuol parlare di sicurezza allora c’è da seguire un’unica via: i boss devono restare in galera e se stanno male vanno curati nei centri specializzati delle carceri o in ospedale non a casa dove guarda caso stanno tornando tutti”- ha dichiarato il Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.