Napoli Città

S. GIOVANNI A TEDUCCIO. Forno e tabacchi aperti a Pasquetta, arrivano i vigili a chiuderli

           

NAPOLI – Circa 2.500 cittadini, oltre 1.400 autoveicoli e 550 attività commerciali. Sono questi i numeri dei controlli effettuati dalla polizia municipale di Napoli tra sabato e domenica, che hanno portato a 20 denunce per spostamenti non autorizzati e 9 per altri reati. Per le festività pasquali sono operativi tra i 300 e i 320 agenti, che anche oggi stanno prestando servizio per le strade della città. Proprio stamattina la polizia municipale ha disposto la chiusura di un forno e di una tabaccheria-giornalaio, che stava svolgendo anche attività vietate dalle disposizioni nazionali e regionali, entrambi nel quartiere di San Giovanni a Teduccio. I vigili sono anche intervenuti nella zona di Fuorigrotta, a supporto del 118 e degli assistenti sociali, per il decesso di un uomo, a quanto pare per cause naturali, all’interno della sua abitazione, dove viveva con la moglie, che ha difficolta’ di deambulazione. “Nel giorno di Pasqua le strade della città erano pressochè deserte – spiega all’AGI il comandante della polizia locale, Ciro Esposito – i dati maggiormente significativi sui controlli riguardano sabato, ma in generale possiamo dire che si stanno rispettando le misure di contenimento”. Sono arrivate sabato, infatti, tre denunce per altrettanti titolari di esercizi commerciali, mentre ieri non si è registrata alcuna violazione delle disposizioni in vigore. “A Napoli ha sicuramente prevalso il senso civico e la responsabilità – sottolinea Esposito – al di là di qualche episodio isolato, i dati sono confortanti, anche rispetto ad altre realtà nazionali”. Il comandante della polizia municipale sottolinea, inoltre, che “non sono pervenute denunce” in merito a tentativi di furto o a danneggiamenti delle attività commerciali chiuse. “Non abbiamo notizie in merito – prosegue – ma continueremo a vigilare anche su questo fronte”.