Napoli Nord

QUARTO. Raid intimidatorio nella villa confiscata al clan Polverino

           

QUARTO – Un raid intimidatorio è stato compiuto nelle ville confiscate al clan Polverino a Quarto, durante il periodo di lockdown. Sono state forzate le porte di accesso, gli infissi interni ed esterni, e messi a soqquadro gli interni. Ne ha dato notizia il sindaco di Quarto, Antonio Sabino: “Alla ripresa delle attività di ristrutturazione delle tre ville confiscate al clan Polverino-Perrone e affidate dal Comune di Quarto con bando pubblico ad una Ats di cooperative sociali – ha detto il sindaco – il rappresentante della Coop ha scoperto effrazioni all’interno della struttura. Un misterioso raid, che inquieta non poco”, ha concluso il sindaco. L’episodio è stato denunciato ai Carabinieri, che hanno effettuato sopralluoghi ed avviato le indagini. Gli intrusi sarebbero entrati dalla porta del garage raggiungendo una stanza dove sono custoditi faldoni e libri rovistando come se cercassero qualcosa. “Inquieta – afferma il sindaco – anche il fatto che sarebbe stata usata, durante la fase di lockdown, la palestra che l’ex boss dei Polverino aveva attrezzato nella sua abitazione”.