Napoli Nord

POZZUOLI. Parte domani la consegna dei buoni spesa per i cittadini in difficoltà

           

POZZUOLI – Domani inizieremo a consegnare i buoni spesa ai cittadini in difficoltà che ne hanno fatto richiesta e sono risultati in possesso dei requisiti indicati. I servizi sociali sono al lavoro per chiamare uno ad uno i beneficiari e convocarli per fasce orarie in modo da non creare assembramenti. Raccomando vivamente tutti di aspettare la telefonata a casa e di recarsi solo nell’orario stabilito a ritirare i buoni. Non possiamo rischiare assolutamente affollamenti e che si creino potenziali occasioni di contagio. Tutte le richieste giunte fino ad oggi e selezionate in base ai criteri saranno soddisfatte da domani a venerdì L’attività continuerà anche nei giorni successivi. Nessuno sarà lasciato solo. Ringrazio tutto il personale dei Servizi Sociali per il lavoro svolto in questi giorni e per quello che continueranno a fare”. Lo ha detto il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia, rendendo noto l’avvio della consegna dei buoni spesa per i primi 1.600 nuclei familiari che hanno fatto richiesta al Comune e che sono risultati idonei in base ai criteri indicati. La consegna, spiega una nota del Comune, avverrà presso i vari sportelli allestiti nelle due sedi dei servizi sociali in via Quinto Fabio Massimo al Rione Toiano e in via Martini a Monterusciello a seconda di dove risiedono i beneficiari. I buoni potranno essere spesi esclusivamente presso gli esercizi commerciali di generi di prima necessità e le farmacie che hanno aderito alla manifestazione d’interesse dell’amministrazione e il cui elenco sarà pubblicato in serata sul sito istituzionale dell’Ente. “Lo staff e tutti i volontari della protezione civile comunale stanno facendo un lavoro enorme – ha aggiunto il sindaco Figliolia -. È stata allestita una rete di assistenza che da settimane interviene in soccorso dei cittadini in difficoltà (questi i numeri dove chiamare: 08118894406-08118894400): abbiamo un servizio dedicato agli anziani e ai disabili che sono soli in casa e hanno bisogno di aiuto per reperire generi di prima necessità e farmaci; forniamo assistenza domiciliare agli ammalati covid in quarantena e ai parenti di quelli ospedalizzati; poi ci sono i pacchi alimentari con i quali siamo riusciti fino ad oggi a soddisfare le richieste di oltre mille famiglie. E questo grazie anche alle tante donazioni di prodotti alimentari.