Napoli Nord

POZZUOLI. Nuovo caso di Coronavirus e il sindaco avverte: “Se necessario richiudo il lungomare nel weekend”

           

POZZUOLI – Con un post su facebook il sindaco si Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, comunica alla cittadinanza un nuovo caso di Coronavirus. Il primo cittadino sta anche valutando l’eventuale chiusura di alcuni luoghi della città, dato il comportamento dei cittadini in relazione alle norme anti Covid.” L’Unità di Crisi della Regione Campania mi ha trasmesso i dati di oggi per la situazione Covid19 nella nostra città.
C’é un nuovo contagio ed è in isolamento domiciliare. Sono stati individuati tutti i contatti di questa persona per la ricerca del link epidemiologico.
In questo weekend, nonostante le raccomandazioni, il nostro senso di responsabilità è stato del tutto assente.
Così non andiamo da nessuna parte. Io sono pronto a richiudere tutto e a nuove ordinanze severe.
Chiederò anche al Prefetto di intervenire. Questa fase è più delicata della precedente. Stiamo molto attenti.
Distanziamento e mascherina sono obbligatori.
Nella giornata di oggi sono stati effettuati 20 tamponi.
Dall’inizio dell’epidemia sono stati sottoposti al test per la ricerca del coronavirus 1010 concittadini.
Sono 92 in tutto le persone che hanno contratto il Coronavirus:
– 47 persone sono attualmente contagiate
– 33 persone sono guarite definitivamente
– 12 persone sono decedute

Richiudo il lungomare nel weekend. E non solo questo se sarà necessario. Ora basta. È vergognoso quanto accaduto oggi. Forse non avete capito: non siamo tornati alla normalità. Siamo ancora in emergenza. Il rischio contagio resta! E nessuno può sentirsi immune.
Sono state solo allentate le misure per consentirci di camminare, sgranchire le gambe, prendere una boccata d’aria e andar a far visita ai parenti, senza fare pranzi, cene e festini vari. Addirittura c’è chi ha pensato di andare al mare, a prendere il sole e a fare tuffi. O di fare partite di basket o calcio, giri in bici e corse in mezzo alla folla.
Qua stiamo impazzendo tutti!
Non è stato permesso a nessuno di fare libere gite e raduni.
Volete fare attività motoria? Sono due passi, distanti e con mascherina. STOP. Nient’altro!
Così non va, non va per niente.
Le forze dell’ordine hanno tentato di dissuadere da questi comportamenti, dialogando, spiegando le disposizioni esistenti. Qui ci vuole davvero l’esercito. Chiederò anche l’intervento del Prefetto.
BASTA!
Il senso di responsabilità va messo in pratica, non solo decantato
. “