Napoli Nord

POZZUOLI. EMERGENZA CORONAVIRUS. Rinviate le scadenze delle tasse locali

           

POZZUOLI – L’emergenza sanitaria per il Covid 19 ha indotto il consiglio comunale di Pozzuoli a deliberare, su proposta dell’assessore al Bilancio Paolo Ismeno, il differimento dei pagamenti di tassa sui rifiuti, di canoni idrici e di cosap (canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche) senza aggravio per i cittadini. Nel dettaglio le scadenze della Tari, prima e seconda rata di sollecito per l’anno 2019 sono state rinviate a 90 e a 120 giorni dalla notifica. Le quattro rate per il 2020, invece, si pagheranno a partire da settembre (e non da maggio). Le scadenze del terzo e del quarto trimestre dei canoni idrici sono state differite al 30 giugno e al 31 luglio 2020, rispetto alle scadenze iniziali previste per il 30 aprile e il 30 giugno. Infine, la seconda rata della cosap, che scadeva il 30 aprile, dovrà essere saldata entro il 30 giugno. Restano inalterate le scadenze della terza e della quarta rata cosap, fissate per il 31 luglio e il 31 ottobre. Questi provvedimenti vanno ad aggiungersi a quelli già adottati dal governo circa la sospensione di accertamenti e contenziosi, che potranno essere pagate entro il 30 giugno 2020 anche rateizzate. L’assemblea cittadina, riunita a porte chiuse, ha inoltre deliberato che gli importi relativi all’Imu e alla Tari resteranno inalterati rispetto al 2019.