Napoli Nord

POZZUOLI. All’ospedale è un bollettino da guerra, altri 4 contagiati nelle ultime ore

           

POZZUOLI – Quattro nuovi casi di positività sono stati riscontrati tra i dipendenti dell’ospedale civile di Pozzuoli, tra cui un medico. Si vanno ad aggiungere ai 23 dipendenti risultati positivi ieri, portando il totale a 27. Oggi sono stati lavorati 183 tamponi, in totale i tamponi effettuati nell’ospedale S. Maria delle Grazie di località La Schiana, dopo il focolaio scoppiato nelle festività pasquali, sono 473. Si conta di completare la lavorazione degli esami entro la giornata di domani in modo da avere un quadro completo della situazione sanitaria. Intanto oggi è stata consegnata la struttura Covid, ai responsabili del nosocomio con 11 posti letto e che è situata in un edificio indipendente da quello principale. Sarà attivo solo tra qualche giorno appena completato di suppellettili e dotato di strumentazioni e di medicinali. Attualmente in attesa di completare la sanificazione della struttura funziona il Pronto Soccorso, solo per pazienti trasferiti con auto private, mentre oncologia è stata trasferita negli ospedali di Giugliano e Fratta. Intanto monta la polemica sull’esplosione di casi positivi al Santa Maria delle Grazie. “Il manager dell’Asl NAPOLI 2 si assuma le proprie responsabilità organizzative e gestionali: è indifendibile, va rimosso”, secondo la consigliera regionale campana di Forza Italia, presidente della commissione Sburocratizzazione del Consiglio Regionale della Campania, Maria Grazia Di Scala, per la quale “le conseguenze di quanto accaduto saranno pesantissime”. Fermo nell’attribuire le responsabilità anche il sindaco di Bacoli , Josi Gerardo Della Ragione: “La diffusione dell’epidemia in area flegrea è causata unicamente dalla grave problematica che si sta verificando presso l’ospedale di Pozzuoli. Ora dobbiamo adottare misure per scongiurare il peggio, ma domani vogliamo risalire alle responsabilità”.