Napoli Sud

PORTICI. Tre nuovi positivi al Covid. Il sindaco accusa: “Due contagiati per andare a trovare un’amica in ospedale”

           

PORTICI – Tre nuovi positivi al tampone del Covid-19 a Portici. E’ il sindaco Enzo Cuono ad annunciarlo con un post su Facebook:

Cari Cittadini i tamponi effettuati a nostri Cittadini vengono disposti per persone che presentano sintomi di sospetto COVID 19, in questi casi è il MEDICO DI BASE del PAZIENTE che segnala alla UOPC l’esigenza del test TAMPONE OTOFARINGEO compilando una apposita scheda.
Abbiamo poi Cittadini residenti a Portici che lavorano in strutture ospedaliere e pur essendo ASINTOMATICI, per la esposizione al rischio contagio,ed a scopo preventivo e precauzionale, ripetono il test del tampone con una frequenza settimanale direttamente nell’Ospedale dove lavorano,per questi tamponi effettuati la nostra tabella statistica epidemiologica conteggia il tampone una sola volta.
Chiariti i criteri si comunica che Il totale complessivo dei tamponi effettuati è pari a 278 con un numero di negativi pari a 258 ed un numero di POSITIVI pari a 20, la percentuale dei tamponi positivi sul numero complessivo dei tamponi effettuati è pari al 7.2% in linea con il dato regionale.
Una buona notizia è data dalla guarigione del PAZIENTE N.16, che ha effettuato i due tamponi negativi di controllo ed è stata dichiarata GUARITA, e sono cosi’ 13 le persone guarite, mentre 3 sono le persone decedute e 4 quelle che attualmente sono contagiate di cui 3 in isolamento permanente obbligatorio a casa ed una ricoverata in Ospedale.
Le cattive notizie sono che abbiamo 3 NUOVI CASI POSITIVI, uno di questi è una persona risultata contagiata mentre era al lavoro essendo un OPERATORE SANITARIO ed è in isolamento a casa.
Le altre 2 invece sono state contagiate perche’ INCAUTAMENTE ED IMPRUDENTEMENTE si sono spostate ripetutamente dalla loro abitazione e dal nostro Comune per recarsi in un Ospedale dove sono andate a trovare una Amica di famiglia ricoverata e poi risultata contagiata e positiva al COVID.
Questi comportamenti ASSURDI E SBAGLIATI hanno determinato il contagio di queste 2 persone e rappresentano un grave pericolo per tutti.
BISOGNA ATTENERSI ALLE REGOLE CHE CONOSCIAMO TUTTI RISPETTANDOLE SENZA DEROGHE E/O ATTEGGIAMENTI IMPRUDENTI E MENEFREGHISTI.
Solo rispettando queste regole potremmo parlare di fase 2 e ricominciare gradualmente a restringere il campo delle limitazioni che la stragrande maggioranza dei Cittadini sta rispettando.
A questi Cittadini va il mio ringraziamento, sono loro, unitamente agli Operatori SANITARI, alle Forze dell’Ordine ed alle Istituzioni impegnate in difficili e complesse decisioni, che stanno combattendo questa guerra.
Come in tutte le guerre ci sono disertori, traditori e speculatori, a questa gente rivolgo tutto il mio disprezzo”.