Regione

ORE 19:35. MICROSCOPIO CORONAVIRUS. Campania: tamponi da indignarsi, il numero dei letti ospedalieri occupatisi e liberatisi. Il dato Nazionale è più alto anche se in apparenza il numero dei nuovi positivi decresce

           
Speriamo che con la fine delle due feste di Pasqua e Pasquetta, da domani leggeremo un numero di tamponi che si avvicina a 60 mila. Oggi, pensate un poco, 30 mila in meno rispetto al dato di sabato. Le cifre dei morti, dei guariti e tanto altro ancora

CASERTA (g.g.) – Quel poco che c’è da dire ancora sulla Campania, dopo l’ennesimo articolo di argomentata e documentata critica, da noi espressa nella versione mattutina del nostro Miscroscopio Coronavirus, ve lo mettiamo a disposizione, partendo dai dati già noti dei +99 nuovi positivi, dei soli 1.324 tamponi analizzati, altro record negativo e dei 3.679 positivi complessivi registratisi dall’inizio dell’epidemia. I dati non ancor pubblicati partono da quello dei ricoverati, in maniera ordinaria, negli ospedali campani, sono 618, cioè 12 in più rispetto ai 606 di ieri. Crescono di due unità, in controtendenza al dato nazionale, i ricoverati in Terapia Intensiva, passano da 80 a 82. Sono 2.394 (+18 rispetto al dato di ieri), i positivi isolati nella quarantena domiciliare. Gli “attualmente positivi” sono 3.094, +32 rispetto ai 3062 di ieri. I guariti sono 415 (+55), mentre la cifra dei morti sale a 260, ben 12 in più rispetto ai 248 del report di ieri.

Andando sul dato nazionale, la cifra odierna dei nuovi positivi è leggermente peggiore rispetto a ieri, anche se qualche giornale si è messo pure a festeggiare, non comprendendo oppure attaccandosi al dato simbolico che i 2.972 nuovi positivi registrati oggi ma riguardanti la data di ieri, Pasquetta, si esprimono attraverso un numero per la prima volta sotto ai 3 mila, ma solo perché, come se fosse una strategia fatta a tavolino, anche oggi si registrano 10 mila tamponi in meno, rispetto ai 36 mila di ieri, che erano 10 mila in meno rispetto a domenica, che ancora una volta erano 10 mila in meno rispetto al dato della giornata di sabato che riportava le cifre effettive di venerdì 10 aprile. 

Precisamente i tamponi analizzati ieri e riportati oggi sono 26.779. I nuovi positivi, sono, dunque, l’11,1%, cioè due punti e mezzo percentuali in più rispetto al dato di ieri e 2,8 in più rispetto al miglior risultato di questi giorni, registratosi sabato, con i 4mila 6cento ed oltre positivi, che sono meglio dei 2.972 di oggi, perché si fanno a rapportare ai 56.700 tamponi, cioè a 30 mila in più (al di là del doppio) rispetto a quelli analizzati ieri e riportati nel report di oggi. Purtroppo in aumento il numero di decessi, 602, rispetto ai 566 (+36) registrati ieri, che porta ad un totale complessivo di 21.067. Tra i deceduti di oggi ci sono anche 4 medici, che portano il triste conto a 116 morti tra i camici bianchi, mentre, con il decesso del direttore della Farmacia Comunale di Pontassieve, il conto dei deceduti di questa categoria professionale sale a 8.

Come dicevamo prima, quando abbiamo sintetizzato i dati della Campania, i ricoverati in Terapia Intensiva sono i seppur leggera discesa. Da noi due ricoverati in più, mentre il dato totale del Paese segna un buon -74 rispetto a ieri, mentre sono solo 12 i posti che si liberano nei reparti covid ordinari. Ritornando ai nuovi positivi, i 2.972 di oggi portano il conto delle persone che dall’inizio dell’epidemia si sono contagiate a 162.488, mentre i 26.779 tamponi di oggi portano la quota complessiva a 1.073.689. I guariti sono 1.695, dato in linea con quello di ieri. Attualmente, precisamente alla scadere della giornata di ieri, lunedì 13 aprile, i positivi viventi 104.291 . (+1.305), cifra che aggiunta ai guariti e ai 21.067 decessi danno il numero di tutti quelli che sono risultati positivi sino ad oggi. Sembra facile, ma non per alcuni giornalisti del TgCom e della Rai che, ancora oggi, spacciano per nuovi positivi quelli che sono attualmente positivi.

Quest’ultima cifra si suddivide in tre parti: la modesta diminuzione (-12) dei ricoverati ordinari, porta la cifra dei letti occupati nei reparti covid a 28.011. I 74 posti di Terapia Intensiva liberati fanno scendere la quota complessiva a 3.186 ricoverati nei reparti di Rianimazione. Gli isolati a domicilio sono 73.094, cioè 761 in più rispetto ai 72.333 riportati 24 ore fa.