Regione

ORE 19:25. MICROSCOPIO CORONAVIRUS. Ancora 76 campani in Terapia intensiva e questo ha buttato via più di 12 milioni per tre ospedaletti prefabbricati. DATO NAZIONALE. scende il contagio di un altro punto percentuale

           
Cifre, calcoli e confronti su ricoverati covid ordinari, Rianimazione, persone in quarantena domiciliare. Numero record di guariti ma quello dei morti è ancora alto

NAPOLI (g.g.) – Nella giornata in cui la “presunta” Unità di crisi della Regione Campania ha dichiarato di aver analizzato 2401 tamponi, per un totale di 43.697, con soli 64 nuovi casi, andiamo a fornirvi qualche cifra che non vi abbiamo dato nell’articolo di stamattina.

guariti sono complessivamente 631, +148 rispetto a ieri. Tutto sommato un record ovvio, perché dicendola cinicamente, chi non muore poi guarirà. I deceduti aumentano di 7, arrivando a 293. Gli attualmente positivi in Campania sono 3.027, 91 in meno rispetto ai 3.118 di ieri.Gli ospedalizzati nei reparti covid sono 622 (+4), stabile il numero dei pazienti in Terapia intensiva: 76, esattamente quante ieri e poi De Luca ci dirà a che diavolo gli servono tre ospedaletti (che fa rima con sorrisetti) prefabbricati, per i quali a già speso oltre 12 milioni di euro (PUOI LEGGERNE QUI). Infine, i malati a domicilio, sono 2.329, 95 in meno rispetto a ieri. Evidentemente trasfusi nei guariti.

IL DATO NAZIONALE

Che dobbiamo fare se non allargare la braccia sperando che i due giornalisti de La Stampa di Torino ritornino in sé, abbandonando l’idea che il numero dei tamponi pubblicati ogni giorno non riguardi analisi fatte durante la giornata o durante il giorno precedente e in attesa di essere analizzati e con la conseguenza che l’effetto dei nuovi positivi sul numero dato si avrà solo tra qualche giorno. Non sappiamo se qualcuno abbia fatto al capo della Protezione civile Angelo Borrelli la seguente domanda: “Capo, ma i tamponi della colonna grigia, l’ultima di ogni report multicolor, contiene i tamponi analizzati o solo quelli effettuati e non quelli collegati al dato dei nuovi positivi?”. Perché se ricorresse quest’ultima condizione, per due mesi avete indotto in errore i giornali, raccontando balle a tutti gli italiani. Noi riteniamo, invece, come riportano altri giornali come La Repubblica, che il dato della colonna grigia contenga il numero dei tamponi analizzati. Poi magari non sono riferibili, se non in minima parte, alla giornata precedente, ma sono comunque tamponi analizzati rapportabili alla cifra dei nuovi positivi.

Fatta la dovuta premessa, cominciamo a scomporre le cifre di oggi. Dunque, si registra un nuovo record di tamponi analizzati, con 65.705. A fronte di ciò, i nuovi positivi di giornata dono 3.493. Si tratta del 5,31%, cioè il rapporto più basso da tantissimi giorni a questa parte. Si tratta di numeri che fanno capire anche che il contagio scende lentamente e che occorreranno forse mesi per arrivare all’agoniata cifra zero. Ma che ci sia un calo è fuori discussione, con la sola eccezione di quelli de La Stampa, per i quali siamo ancora al massimo dell’epidemia. Il numero assoluto dei tamponi analizzati dall’inizio dell’epidemia è di 1.244.108. Mentre il numero di tutti i positivi è di 172.434.

I morti oggi sono stati 575. Un livello ancora molto alto, ben 50 in più di ieri. Il numero totale tocca quota 22.745. Record anche per i guariti, nel report di oggi, infatti, sono ben 2.563, a fronte dei 2.072 di ieri, con un’aumento di 491. Il totale dei guariti è di 42.727.

Veniamo alla platea delle persone a carico del Servizio Sanitario. Significativa riduzione dei posti letti di malati da covid-19, in 24 ore se ne sono liberati ben 1.007, con una cifra complessiva di 25.786. Buono il calo anche dei ricoverati in Terapia Intensiva: dai 2.936 di ieri ai 2.812 di oggi (-124)B. Infine, i positivi in quarantena domiciliare. Ieri erano 76.778, oggi 78.364 (+1586). Non è possibile stabilire quanti di questi siano transitati per i reparti covid e quanti invece siano i nuovi positivi senza sintomi o con sintomi leggeri.

Questi i dati ci conducono alla cifra degli attualmente positivi, tutti coloro che, con varie gradazioni, sono stati contagiati. Ieri erano 106.607, oggi sono 106.962, con un incremento di 355 persone.