Regione

ORE 19:05. MICROSCOPIO CORONAVIRUS. De Luca per una volta ci fa la “grazia”. Ospedale, Terapia intensiva, deceduti e guariti. TUTTI I NUMERI

           

CASERTA (g.g.) – Può darsi che sia stato un disguido, ma è una vera e propria manna dal cielo. Non crediamo invece che De Luca abbia ascoltato le suppliche di CasertaCe e NapoliCe affinché non pubblicasse più il dato pomeridiano ed errate valutazioni sulla progressione dei contagiati in Campania. Fatto sta che oggi, per la prima volta, non è arrivato il report (o presunto tale) che riporta i dati della mattina e del pomeriggio, riteniamo che giungerà solo quello serale. Per cui, per la prima volta, i numeri della Protezione Civile nazionale combaciano con quelli nazionali.

Il totale dei contagiati in tutta la Campania è di 1199, novantotto in più rispetto ai 1101 di ieri. Scendendo più nello specifico, quelli che attualmente sono contagiati, escludendo i deceduti e guariti, sono 1072, più 80 rispetto a ieri. Attualmente le persone che si trovano in isolamento domiciliare dopo aver contratto il covid-19 sono 631, rispetto a ieri sono aumentati di 165 unità. Il totale dei ricoverati in ospedale, ma non in terapia intensiva, è di 318, in leggero calo rispetto ai 345 di ieri. Scende anche il numero di pazienti che si trovano in rianimazione, 123, rispetto ai 181 di ieri, 24 marzo.

Aumenta il numero di deceduti contagiati da coronavirus: passano in 24 ore da 56 a 74. Invariato, invece, il numero dei guariti che resta 53. Veniamo al conteggio che onestamente più ci desta maggiore preoccupare, cioè il numero di tamponi eseguiti nella nostra regione. In 24 ore in Campania sono stati compiuti soltanto 675 tamponi, passando dai 6297 di ieri ai 6972 di oggi. Diciamo soltanto perché se si va a vedere il conteggio con altre regioni, il numero è impietoso. 

Prendiamo ad esempio una regione che per grandezza, numero di abitanti e di contagiati può essere equiparata alla Campania: parliamo del Lazio. Nella regione guidata da Nicola Zingaretti in queste ultime 24 ore sono stati effettuati oltre 2000 tamponi, per un totale di 20669 tamponi effettuati. Anche la Puglia, che ha circa 100 contagiati in meno alla regione Campania, ha eseguito un numero maggiore di test: 8223.

Tornando alle parole dette dal governatore Vincenzo De Luca a poche ore fa, se non fossero volutamente allarmistiche ed esagerate, ci aspetteremmo questa sera un numero altissimo nel report dei positivi al covid-19, considerando che ha parlato di “tragedia a poche ore per tutto il Sud”. Eppure, proprio dalle altre regioni meridionali il governatore potrebbe prendere esempio sull’importanza dei tamponi da effettuare per poter avere un numero di contagiati maggiormente radicato nella realtà.

Venendo al dato nazionale, dall’inizio dell’epidemia di coronavirus, 74.386 persone hanno contratto il virus Sars-CoV-2 (sono 5.210 persone in più rispetto a ieri). Di queste, 7.503 sono decedute (+683: un aumento leggermente inferiore di ieri, quando era stato di +743) e 9.362 sono guarite (+1.036: un aumento superiore a quello registrato ieri, quando erano stato di +894). Attualmente i soggetti positivi sono 57.521 (ieri erano 54.030; il conto sale a 74.386 — come detto sopra — se nel computo ci sono anche i morti e i guariti, conteggiando cioè tutte le persone che sono state trovate positive al virus dall’inizio dell’epidemia).