Regione

ORE 19.28 MICROSCOPIO CORONAVIRUS. Ospedale, terapie intensive e malati a domicilio. Ecco i dati della CAMPANIA

           

NAPOLI (g.g.) Continuiamo con questa barzelletta: i casi in Campania, riportati dalla protezione civile nazionale e relativi sicuramente alla giornata di ieri, sabato 21 marzo, sono 936. Al contrario, quelli erogati dalla Regione mezz’ora fa, sono 956, 20 in più perchè De Luca e Italo Giulivo dicono, ripetiamo, dicono di aver infilato anche i numeri di stamattina e delle prime ore del pomeriggio odierno.

Tutto ciò l’avvamo preannunciato e dunque andiamo avanti. Dei 936 casi riportati nella conferenza stampa appena conclusasi del capo della Protezione civile nazionale Borrelli, 243 sono ricoverati in ospedale, ma senza soffrire di particolari criticità a fronte dei 233 di ieri. Abbiamo dunque 10 ospedalizzati in più di sabato rispetto a venerdì.

In 99, cominciano ad affollare le terapie intensive. Argomento su cui domani mattina faremo un piccolo focus dettagliato. Ieri, cioè relativamente alla gioranta di venerdì, erano 87, cioè 12 in meno. Infine, gli isolati a domicilio, cioè quelli che tutto sommato non stanno male, o stanno addirittura bene, sono 524 a fronte di 473 registrati ieri e sempre relativi alla giornata di venerdì. In questo caso l’aumento è di 51 unità.

I guariti sono 41, dato di sabato, mentre venerdì erano 29, con un aumento di 12 unità.

Sempre a sabato i deceduti sono 29 rispetto ai 22 di venerdì. Cioè 7 in iù. I tamponi effettuati sono 4.943, mentre fino a venerdì erano stati fatti 4.448 tamponi. In poche parole, 495 test in più.

In conclusione, i dati restano a nostro avviso incerti perchè i tamponi sono ancora pochi e soprattutto le strutture di analisi sono ingolfate. Ci sono tamponi fatti il 18, e sono tantissimi, di cui non si conoscono ancora i risultati.

Domani, al riguardo, vi racconteremo una storia riguardante il carcere di San Tammaro-Santa Maria Capua Vetere.

Per quanto riguarda i dati nazionali, oggi vengono segnalati meno morti: 651 in più a fronte dei quasi 800 segnalati ieri.

Ora, noi non sappiamo se anche per le altre regioni il dato, com’è sicuramente per la Campania, si riferisca a sabato oppure comprenda anche i numeri maturati oggi, domenica, fino ad un’ora prima della conferenza stampa di Borrelli. Per cui, non arrischiamo altri commenti.

Giusto per dire, il Veneto a fronte di 4644 positivi totali ha fatto 57mila tamponi. Due numeri, 57.671 e 4.943 che rappresentano messi in relazione e fatta l’adeguata sottrazione, la differenza di capacità di governo tra Zaia e De Luca.

QUI SOTTO GLI ULTIMI DATI DIRAMATI DELLA PROTEZIONE CIVILE