Regione

ORE 18:57. CORONAVIRUS. I DATI DI OGGI. In Campania quasi 200 persone dimesse dagli ospedali e dalla quarantena domiciliare. DATO NAZIONALE: mai i nuovi contagi erano stati così bassi. TUTTI I NUMERI

           
Per la prima volta è boom anche del numero delle persone che hanno abbandonato la quarantena in casa: sono quasi mille. Le cifre dei morti, dei guariti, degli attualmente malati, degli ospedalizzati e delle terapie intensive, dei tamponi assoluti e del numero di persone “uniche” che vi si sono sottoposte

CASERTA (g.g.) – Dopo i dati che pochi minuti fa l’Unità di crisi la Campania ha rilasciato, comprendenti il numero di guariti nella nostra regione, 1.619 (+198 rispetto al report di ieri), i deceduti, 369 (+3) e il totale dei contagi, 4518 (+20) e i contagi delle 5 province (LEGGI QUI), è il momento delle informazioni che la Protezione Civile rilascia nella tabella delle ore 18.

In Campania, attualmente abbiamo 2.530 (-191) persone che sono ancora positive al coronavirus. Di queste, 25 (+1) si trovano in terapia intensiva, mentre i posti letto occupati nei reparti covid-19 ordinari sono 408 (-30). Per quanto coloro che si trovano in isolamento domiciliare, perché contagiati ma in buone condizioni, il numero è pari a 2.097, in calo di 152 unità rispetto al dato di ieri. Dopo il record di ieri, cala vistosamente il numero di tamponi analizzati in un giorno. Dopo i 4.045 di ieri, nel report di oggi ne vengono segnalati 2.505. Il totale complessivo dall’inizio del contagio è di 93.068. Sono 48.733 i cittadini campani che almeno una volta si sono sottoposti al test del tampone. Il rapporto del contagio odierno, cioè la percentuale tra i tamponi analizzati nelle ultime 24 ore e i nuovi casi di contagio da coronavirus, resta molto basso in Campania. Infatti, questo dato non arriva al 1%, fermandosi allo 0,7.

IN ITALIA

Le buone notizie che riceviamo dalle cifre relative alla Campania, continuano anche per quanto riguarda il dato nazionale, oggi molto più credibile, considerando che il numero dei tamponi analizzati è cresciuto dai 37 mila di ieri fino ad arrivare ai 55.263 di oggi, anche se ancora lontano dai numeri monstre dei giorni scorsi superiori a 75 mila. I nuovi casi di contagio sono 1.057. Questi due numeri ci danno quel rapporto di contagio che è l’elemento più importante per capire come si sta evolvendo il contagio in Italia. La percentuale di oggi, sempre relativa al numeri del giorno precedente, è pari al 1,94%, il numero più basso dall’inizio dell’emergenza, dato che quella del secondo giorno, 10 marzo, superava solo leggermente il 2%. Questo risultato è notevolmente più basso rispetto alla media di questi giorni, pari al 3,1%.

L’altro dato che conta è quello degli attualmente positivi o malati, comprendendo anche i positivi asintomatici registrati. Oggi è stato registrato il decremento di 1.513 unità, mentre ieri era stato solo di 199 malati. Il dato complessivo delle persone che dall’inizio dell’epidemia si sono ammalate tocca quota 213.013, di cui, purtroppo, 29.315 sono decedute. Questo dato comprende i decessi del report odierno, 236, quarantuno in più rispetto al report di ieri. I guariti tornano ad una quota importante, 2.352, ieri erano state 1.225. Ritornando agli attualmente positivi, il numero dei nuovi positivi odierni, quello dei guariti e quello dei deceduti, porta il dato a 98.467. Di queste, 1.427 sono ricoverate in Terapia Intensiva, meno 52 rispetto ai 1.479 di 24 ore fa. Robusta riduzione anche per i ricoverati con sintomi nei reparti covid. Il report di oggi 16.270, ben 553 in meno di ieri. Ciò significa che si sono liberati un uguale numero di posti letto e i nosocomi, soprattutto quelli del nord, cominciano davvero a respirare.

La novità odierna è legata ad un robusto, mai tanto robusto, decremento del numero delle persone in isolamento domiciliare, che, tenendo conto del calo del dato degli ospedalizzati, segna un piccolo “esodo” verso condizioni di minore isolamento e di qui a poco verso il recupero della facoltà di muoversi dalla propria abitazione nel rispetto delle regole. Ben 908 persone hanno abbandonato l’isolamento in casa, portando il numero complessivo a 80.770.

Abbiamo già scritto del numero dei tamponi analizzati ieri e registrati oggi, forniamo quindi solo alle cifre assolute: in Italia, i tamponi processati sono complessivamente 2.466.666. Ancora più importante il dato delle persone singole analizzate, pari a 1.512.121. Rispetto a ieri, sono venuti fuori i risultati delle analisi a cui si sono sottoposti 32.211 individui. La differenza tra questi due dati, è costituita dalle analisi ripetute ancora sullo stesso individuo. Ciò vale per i numeri di oggi ma anche per il quasi milione che indica la differenza dall’inizio dell’epidemia da oggi.