Napoli Città

ORE 10:50 MICROSCOPIO CORONAVIRUS. Dopo lo scandalo delle analisi clandestine, si rivoluzionano i dati dello Zooprofilattico. Tutti i numeri della Campania, ospedale per ospedale

           

NAPOLI – Ma cosa è stato analizzato da laboratorio in maniera tecnicamente abusiva? per volontà del dominus del citato istituto Antonio Limone? dl <26 marzo fino al giorno dell’esplosione dello scandalo?

I tamponi del coronavirus?

Mah forse era l’aria di Casalnuovo, ma mentre negli ospedali campani la percentuale di positivi, eccettuato il caso di Avellino, si attestava su quote abitualmente inferiori al 10%, lo Zooprofilattico sputava fuori numeri iperbolici, che un giorno (consultare la serie dei nostri Miscropi per averne piena cognizione) sfiorarono il 60%, un vero e proprio record nazionale.

Ma non su un numero esiguo di tamponi, tipo 6 positivi su 10.

No, su centinaia e centinaia di tamponi, tipo 100 positivi o poco meno su 700 tamponi.

Da quando è saltata fuori la storia dei test clandestini, che l’Istituto Zooprofilattico di Portici faceva effettuare in questo laboratorio già più volte partner dell’ente presieduto da Antonio Limone, le percentuali si sono normalizzate.

Vedete, non facciamo sarcasmo e neppure battute.

Sono solo fatti: nel report di ieri sera, l’Istituto Zooprofilattico dichiara 11 positivi su 484 tamponi. In pratica poco più del 2%.

Numeri simili si erano registrati nei report di martedì e di lunedì.

Solo una combinazione? Già il fatto che esistano le condizioni obiettive, le circostanze che autorizzano noi e quei pochissimi che hanno studiato profondamente i vergognosi dati epidemiologici forniti dalla Regione Campania nel corso dell’ultimo mese rappresenta sicuramente un fatto molto grave.

Per il resto, ieri sono stati esaminati 1680 tamponi, un numero più alto rispetto ai 1200 circa del giorno precedente, ma comunque inadeguato rispetto alla platea demografica della Campania che, contando su poco meno di 6 milioni di residenti, annovera – bisogna ficcarselo in testa – poco meno di 6 milioni di persone, né una in meno né una in più, eccettuati forse quelli che si sono già ammalati e che dovrebbero essere immuni, gli individui che potenzialmente potrebbero contrarre il virus.

Ciò rende il fattore della proporzionalità di una percentuale almeno decente di analisi serie rispetto all’intera popolazione un elemento discriminante per una corretta attività di cura del virus nel tempo presente ma soprattutto per una corretta prevenzione futura, affinché non ci siano improvvisi ritorni di fiamma.

Il totale dei positivi in Campania tocca quota 3344 e pensate un po’, con i tamponi non siamo arrivati ancora a quota 30mila, attestandoci a 29664, cioè al di sotto dello 0,5% della popolazione campana.

E anche qui occorre aggiungere che uno 0,5% esprime un determinato valore epidemiologico in una Regione di un milione di abitanti e un altro molto diverso in una Regione di 6 milioni.

I tamponi positivi riscontrati ieri (fortunatamente quelli rapidi, dopo un timido e irresponsabile tentativo di pubblicizzazione dei dati, sono scomparsi) sono 76, così ripartiti: degli 11 dello Zooprofilattico abbiamo già detto.

Poi ci sono i 37 positivi su 483 tamponi analizzati all’ospedale Cotugno di Napoli; al Ruggi di Salerno 8 positivi su 209 tamponi.

Percorso netto all’ospedale civile di Caserta: su 87 tamponi, nessuno positivo.

La somma dei tamponi verificati negli ospedali di Aversa e Marcianise è pari a 169. I positivi sono 13.

Tutto bene all’ospedale Moscati di Avellino, con 1 positivi su 137 tamponi e all’ospedale San Paolo, anche qui con 1 solo positivo ma su 115 tamponi.

Nessun positivo tra i 97 tamponi esaminati dal primo Policlinico universitario Federico II.

Sono 12 i tamponi sottoposti a controllo nell’ospedale civile di Benevento: nessun positivo.

Infine, all’ospedale di Eboli 5 positivi su 87 tamponi.

Unità di Crisi Regionale per la realizzazione di misure
per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologia da COVID-2019.

Decreto P.G.R.C. n°45 del 06.03.2020​​
___

+++ CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO +++

L’Unità di Crisi della Regione Campania comunica che sono pervenuti i seguenti dati:

– Ospedale Cotugno di Napoli: sono stati esaminati 483 tamponi di cui 37 positivi;
– Ospedale Ruggi di Salerno: sono stati esaminati 209 tamponi di cui 8 positivi;
– Ospedale Sant’Anna di Caserta: sono stati esaminati 87 tamponi di cui nessuno positivo;
– ASL di Caserta presidi di Aversa e Marcianise: sono stati esaminati 169 tamponi di cui 13 positivi;
– Ospedale Moscati di Avellino: sono stati esaminati 137 tamponi di cui 1 positivo;
– Ospedale San Paolo di Napoli: sono stati esaminati 115 tamponi di cui 1 positivo;
– Azienda Universitaria Federico II: sono stati esaminati 97 tamponi di cui nessuno positivo;
– Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno: sono stati esaminati 484 tamponi di cui 11 positivi;
– Ospedale San Pio di Benevento: sono stati esaminati 12 tamponi di cui nessuno positivo;
– Ospedale di Eboli: sono stati esaminati 87 tamponi di cui 5 risultati positivi.​

Positivi di oggi: 76
Tamponi di oggi: 1.880

Totale complessivo positivi Campania: 3.344
Totale complessivo tamponi Campania: 29.664

Napoli, 8 aprile ore 22