Regione

ORE 10.04 MICROSCOPIO CORONAVIRUS. Il Sud e la CAMPANIA “graziati” dal Covid: ieri solo l’1,4% di nuovi positivi

           

NAPOLI – (g.g.) La Campania unitamente alla Puglia, al Molise, alla Basilicata, alla Calabria, in parte all’Abruzzo e alla Sicilia, parlando dunque di tutto il blocco dell’Italia meridionale, ha avuto la fortuna di poter affrontare un volume di contagio da coronavirus molto, ma proprio molto molto inferiore a quello sviluppatosi nelle regioni del nord, Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna in primis.

E, lo scriviamo ancora, menomale per come la Regione Campania ha affrontato ogni fatto di questa epidemia. Un governatore che ha speso 12 milioni e 264 mila euro per mettere in piedi, si fa per dire, perchè non sono ancora pronti, tre ospedaletti prefabbricati e poi oggi, a cantieri ancora aperti, possiamo già dire con certezza che non serviranno a nulla, cosa avrebbe combinato, al di la dei soliti show in video solitudine e senza contraddittorio qualora avesse dovuto affrontare un volume del contagio autenticamente disastroso?

Con un numero di tamponi effettuati nei primi 40 giorni, sarebbe stata strage. Oggi, la Campania riduce sostanziosamente la percentuale dei suoi contagi rispetto ad un numero di tamponi che cresce beffardamente quando la curva del coronavirus si è abbassata grazie al sacrifico di milioni e milioni di italiani, di campani, di lombardi, di laziali eccetera.

Ieri, di tamponi ne sono stati fatti 3.007, che non è mai un numero adeguato in una regione che conta 6 milioni di abitanti, però, rispetto ai soli 1.200 che venivano fatti sconsideratamente venivano fatti nei giorni del picco, sono una cosa extralux.

I nuovi positivi sono stati 44, cioè l’1,46%, rispetto al giorno prima abbiamo una riduzione di mezzo punto sull’incremento giornaliero dei casi.

Il totale complessivo dei nuovi positivi in Campania tocca quota 4.282, mentre i tamponi analizzati sono 61.331. Passiamo al dettaglio degli ospedali e degli altri centri di analisi. Ieri pochi casi anche al Cotugno: 14 su 541. Siamo oltre il 2% ma nei giorni precedenti la percentuale era stata superiore.

Il dato del Cotugno è importante perchè essendo stata sempre stabilmente alta la cifra dei tamponi effettuati, lì si può in qualche modo avere il polso dell’andamento epidemico. A Salerno, come stiamo scrivendo da giorni, siamo ormai a contagio zero. Ovviamente, quando affermiamo ciò, resta sempre quella riserva sul numero complessivo dei tamponi effettuati, che tengono viva la possibilità che ci siano ancora molti positivi asintomatici non diagnosticati e, al 100% vettori di contagio.

Al Ruggi d’Aragona, un positivo su 542 tamponi, cioè lo 0,18%. Un positivo è saltato fuori anche all’ospedale civile di Caserta, ma su 75 tamponi, cioè circa 500 in meno di quelli fatti a Salerno, dove chissà perchè ne sono arrivati tantissimi.

Gli ospedali asl di Aversa e Marcianise, un positivo su 236 tamponi. Si conferma la crescita zero all’ospedale Moscati di Avellino: nessun positivo su 206 tamponi.

Tornando a Napoli, precisamente all’ospedale San Paolo di Fuorigrotta 2 positivi su 128 tamponi, mentre al Primo Policlinico universitario, ugualmente 2 positivi su 175 tamponi.

La palma della massima credibilità che abbiamo dato al Cotugno, non la possiamo certo dare all’Istituto Zooprofilattico di Portici dopo tutto quel popò di roba che è capitato. Comunque ieri sono stati 9 i positivi su 631 tamponi, una percentuale in linea con quella complessiva dell’uno virgola qualcosa per cento.

Ritornano la cifra dei 2 positivi anche all’ospedale di Nola, con 96 tamponi effettuati. All’ospedale civile di Benevento, dopo diversi giorni di contagio zero, sono venuti fuori 4 nuovi positivi su 88 tamponi.

All’ospedale di Eboli, invece, 2 positivi su 70 tamponi. In conclusione il laboratorio biogem del Ceinge di Napoli in cui si sono registrati 6 positivi su 219 tamponi.

QUI SOTTO L’ULTIMO BOLLETTINO REGIONALE

Unità di Crisi Regionale per la realizzazione di misure
per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologia da COVID-2019.
Decreto P.G.R.C. n°45 del 06.03.2020​
___

+++ CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO +++

L’Unità di Crisi della Regione Campania comunica che sono pervenuti i seguenti dati:

– Ospedale Cotugno di Napoli: sono stati esaminati 541 tamponi di cui 14 risultati positivi;
– Ospedale Ruggi di Salerno: sono stati esaminati 542 tamponi di cui 1 risultato positivo;
– Ospedale Sant’Anna di Caserta: sono stati esaminati 75 tamponi, di cui 1 risultato positivo;
– Asl di Caserta presidi di Aversa-Marcianise: sono stati esaminati 236 tamponi di cui 1 risultato positivo;
– Ospedale Moscati di Avellino: sono stati esaminati 206 tamponi di cui nessuno risultato positivo;
– Ospedale San Paolo di Napoli: sono stati esaminati 128 tamponi di cui 2 risultati positivi;
– Azienda Universitaria Federico II: sono stati esaminati 175 tamponi di cui 2 risultati positivi;
– Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno: sono stati esaminati 631 tamponi di cui 9 positivi;
– Ospedale di Nola: sono stati esaminati 96 tamponi, di cui 2 positivi;
– Ospedale San Pio di Benevento: sono stati esaminati 88 tamponi, di cui 4 risultati positivi;
– Ospedale di Eboli: sono stati esaminati 70 tamponi, di cui 2 risultati positivi;
– Laboratorio BIOGEM: sono stati esaminati 219 tamponi, di cui 6 risultati positivi.

Positivi di oggi: 44
Tamponi di oggi: 3.007

Totale complessivo positivi Campania: 4.282
Totale complessivo tamponi Campania: 61.331

Napoli, 23 aprile ore 22