Napoli Città

Omicidio Della Corte. La Cassazione annulla le condanne, processo da rifare

           

NAPOLI – La sentenza per l’omicidio di Francesco Della Corte è da rifare. La corte di Cassazione ha annullato il verdetto emesso in corte d’Appello di Napoli per la morte del vigilante assassinato a sprangate da tre ragazzi che cercavano di rubargli la pistola il 16 marzo 2018 davanti alla stazione della metropolitana di Chiaiano, quartiere periferico di Napoli. Accolto il ricorso degli avvocati Raffaele Chiummariello, Mario Covelli, Nicola Pomponio e Giuseppe Musella sull’aggravante della crudeltà e sulla mancanza di motivazione del rigetto delle circostanze generiche. Pertanto la Corte d’Appello dovrà rivalutare la pena per i tre reo confessi, che all’epoca dei fatti erano minorenni e che sono stati condannati tutti a sedici anni e sei mesi di reclusione.