Napoli Città

NAPOLI. Tragedia sfiorata in tribunale, detenuto tenta il suicidio

           

NAPOLI – Tragedia sventata, questa mattina, nelle camere di sicurezza del Tribunale Napoli Nord in Aversa. “Un detenuto di origini napoletane, cinquantenne, giudicabile, per reati di maltrattamento nell’ambito familiare, proveniente dalla Casa circondariale di Napoli – Poggioreale, in attesa dell’udienza a suo carico, nella Camera di Stazionamento del Tribunale Napoli Nord, utilizzando le stringhe delle scarpe ha tentato l’impiccamento. Ancora qualche attimo e l’insano gesto avrebbe avuto drammatiche conseguenze. Grazie al tempestivo e professionale intervento del personale della Polizia Penitenziaria, ivi in servizio, il detenuto è stato salvato dall’insano gest” spiega in una nota il Segretario nazionale della Campania del sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria (Sappe) Emilio Fattorello. L’uomo è stato ricoverato in via di urgenza a mezzo 118 per le cure ed accertamenti del caso presso l’ospedale civile di Aversa ove è risultato fuori pericolo di vita. Per Fattorello “ancora una volta l’intervento dei colleghi ha impedito che si compisse un altro dramma dietro le sbarre, nonostante mille difficoltà quotidiane la Polizia Penitenziaria, sempre vigile ed attenta, salva un’altra vita. Il compiacimento del SAPPE Campania va al personale operante presso le camere di sicurezza di Aversa ed agli uomini della scorta del Nucleo Traduzioni di Secondigliano, tutti meritevoli di una giusta ricompensa da parte dell’Amministrazione”