Napoli Nord

MIANO. Appello della sorella dell’agente Apicella: “Aiutateci a chiedere giustizia per Lino”

           

NAPOLI (Lidia e Christian de Angelis) – In queste ore sta facendo il giro del web l’accorato e straziante appello mosso da Nella Apicella, sorella del poliziotto eroe, caduto nel tentativo di ostacolare la fuga di alcuni rapinatori. “Lino hai sempre detto che il tuo lavoro e i tuoi colleghi erano la tua seconda famiglia,hai ragione ci fanno sentire tutto il loro affetto e ad oggi loro non hanno mai abbandonato tua moglie e i piccoli

Sono stanca sai? Combatto per la giustizia affinché possa cambiare qualcosa,combatto per i tuoi colleghi che lo stato prenda seriamente dei provvedimenti per tutelarli,nulla mi porterebbe te indietro perché sono certa e sicura che tu sei in un posto migliore nelle braccia di Dio

Le mie poche forze le dedico affinché nessuna famiglia debba piangere ancora un marito,figlio,padre,fratello

Ricordo quella tragica mattinata alcuni dicevano perché a lui?perché non è morto il collega?Nonostante il mio cuore era in frantumi,non avevo più contatto con la terra sotto ai miei piedi,li ho guardati e gli ho detto NO non doveva succedere a nessuno dei due perché questo dolore atroce che stiamo vivendo nessuno deve subirlo.Vedere il tuo collega che ti era a fianco nell’ultimo viaggio del tuo lavoro,venire a casa nostra camminare con sua moglie, l’ho guardato e in me stessa ho detto ecco i miracoli esistono,mi si è avvicinata la moglie e mi ha detto che hanno una bimba di 2 anni,ecco perché nessuno debba subire questo dolore atroce tutti loro hanno una famiglia che li aspetta a casa

Si Lino queste poche forze le utilizzerò per la giustizia e per dimostrare al mondo che nonostante tutto abbiamo un Dio grande e la nostra fede si è rafforzata 

Ti amo fratello MIO” Questo post fatto per chiedere la condivisione di tutti quale simbolo della lotta alla criminalità e simbolo del dolore di chi sacrifica la propria vita per gli altri,  un dolore per la scomparsa del fratello, che sta lasciando un vuoto nella sua vita, in quella di tutti i suoi familiari, in quella della moglie e dei suoi due figli, affinché Lino non venga mai dimenticato. “Ai miei amici di Facebook che stanno condividendo il nostro dolore

 vi chiedo un aiuto a condividere queste mie parole affinché arrivino al cuore di chi farà giustizia per l’amore nostro

Che si possano calare nei panni della moglie che non avrà più una spalla forte e il suo compagno di vita.Che si possano calare nei panni di un bambino di 6 anni che dice dov’è babbo,quel babbo che purtroppo noi non possiamo più dargli

In una bimba di appena 4 mesi che non conoscerà il suo babbo e il cuore grande che aveva ma gli rimarranno solo delle foto

Che si calino nei panni dei nostri genitori che l’hanno cresciuto con tanto amore e sacrifici e sono bastati pochi secondi per portarglielo via per sempre.Che si calino in noi le sue sorelle che non abbiamo più quel fratello MASCHIO che è sempre li pronto a proteggerti,e questa volta noi non abbiamo potuto far niente per proteggerlo

Vi prego mettetevi nei miei panni che non avrei mai pensato che ai miei 29 anni ho dovuto dargli l’ultimo bacio in un obitorio li disteso che ha dato la sua vita per la giustizia e per far rispettare la legge

Vi prego fate in modo che il suo sacrificio non sia dimenticato e non sia stato invano per tutti noi e quelli che come mio fratello hanno creduto nella giustizia

Per noi nulla tornerà più come prima e questi sorrisi li hanno spenti non fateci morire per la seconda volta.”

Intanto va avanti l’iniziativa promossa dall’on Francesco Emilio Borrelli e Gianni Simioli conduttore radifonico la raccolta fondi per aiutare la famiglia dell’agente Apicella. IBAN CONTO CORRENTE APERTO A FAVORE FAMIGLIA DI APICELLA PASQUALE DECEDUTO IN SERVIZIO IN DATA 27.04.2020 IT43C0310439950000000823930 Benef. Giuliana Ghidotti Apicella (moglie).