Napoli Città

LA RETE “IMPAZZISCE”. Bimba di due anni in fin di vita dopo aver mangiato un noto prodotto. Il Santobono: “Bufala”

           

NAPOLI (d.l.) – Sta facendo il giro sulle chat WhatsApp, proprio in queste ore, un audio che racconta di una bambina ricoverata all’ospedale Santobono di Napoli dopo aver mangiato dei medaglioni al prosciutto di una nota marca di prodotti da banco. Una voce racconta di una bambina di due anni ricoverata in rianimazione a causa di un virus, contratto mangiando il prodotto sopra citato, che avrebbe intaccato un rene della piccola. Si tratta di una bufala, una semplice nota audio anonima priva di fondamento. L’Azienda Ospedaliera Santobono Pausilipon ha smentito la notizia in una nota ufficiale, che cosi recita :”non abbiamo soccorso  nella giornata di oggi una bambina che avrebbe accusato gravi problematiche renali a seguito dell’ingestione di un prodotto alimentare confezionato. Tale notizia circolata mediante un messaggio audio su whatsApp, riportava, quale fonte, quella di non precisati componenti del personale ospedaliero

Il messaggio deve considerarsi assolutamente privo di fondamento, in quanto nessun caso quale quello riportato dal messaggio audio, è stato trattato presso il Pronto Soccorso dell’ospedale Santobono”.