Napoli Città

GUARDA IL VIDEO CHOC. Festeggia la vittoria del Napoli, gli rapinano lo scooter pistola alla tempia

           

NAPOLI – Il Napoli vince la Coppa Italia battendo in finale la Juventus, la città è in festa, i tifosi danno vita a caroselli per le strade ma nel trambusto c’è chi approfitta dello scompiglio generale per mettere in atto azioni criminali.

In un video, postato sulla piattaforma social Tik Tok, inviato da un cittadino al Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, si vede un gruppo di individui rincorrere un giovane a bordo di uno scooter, che stava scorrazzando in strada per festeggiare la vittoria del Napoli, per poi scaraventarlo a terra e rubare il veicolo dopo avergli punto una pistola alla tempia. “Ho avuto davvero molta paura, quando mi hanno puntato la pistola alla testa non ci ho pensato un attimo a consegnargli il motorino, che ho comprato da me con i soldi guadagnati e che mi serviva per andare a lavoro.” – ha raccontato Salvatore, il ragazzo vittima della rapina, durante la trasmissione radiofonica “La Radiazza”.

La vicenda è accaduta in via Santi Giovanni e Paolo, nei pressi di Piazza Carlo III.

In un altro filmato, invece, che altri cittadini hanno inviato al Consigliere Borrelli, si vede come a Frattamaggiore i festeggiamenti si siano trasformati in inciviltà, violenza e vandalismo e spari con armi non si sa se vere o a salve.

I deliri segnalati però non si fermano qui, in un altro filmato ancora si vede un tifoso sparare dei colpi di pistola in aria probabilmente a salve per festeggiare la vittoria del Napoli.

“Riguardo ai festeggiamenti di mercoledì ci sono stati segnalati numerosi episodi di disordini, follia e delirio, tra questi c’è il furto del motorino ai danni di un povero ragazzo.

Appena abbiamo ricevuto il filmato abbiamo provveduto ad inviarlo alle forze dell’ordine per far sì che i delinquenti che hanno compiuto questa azione possano essere identificati e denunciati.

Riguardo a Salvatore, ci siamo mobilitati affinché il ragazzo possa ricevere presto un nuovo scooter che si era guadagnato con il sudore della fronte e che gli serve per recarsi al lavoro.

Avremmo voluto che durante la serata di mercoledì, dopo la partita, ci fossero stati molti più controlli proprio per evitare scene come questa e disordini, dato che siamo ancora in un periodo di emergenza sanitaria. Per evitare pericoli per l’emergenza Covid la partita è stata giocata a parte chiuse ma che senso ha se poi si è permesso di dare vita ad episodi simili dove di certo la sicurezza non è di certo stata messa al primo posto e gli assembramenti sono stati consentiti ovunque? .”- ha affermato il Consigliere Borrelli assieme al conduttore radiofonico Gianni Simioli.