Napoli Sud

GRAGNANO (FOTO). Nipote del boss ucciso, c’è un fermo. Caccia ai partecipanti alla rissa

           

GRAGNANO – E’ stato fermato un giovanissimo, anche lui, per la morte di Nicholas Di Martino, il giovane di Pimonte ucciso a coltellate a Gragnano la notte scorsa. Il giovane è stato fermato nella serata di ieri e dalla Polizia del Commissariato di Castellammare, identificato grazie ai filmati delle telecamere di video sorveglianza presenti nella zona. Decisivi anche i tabulati telefonici. Ci sarebbero altri, almeno, 6 ragazzi che hanno partecipato alla rissa culminata con l’omicidio di Nicholas. Sembrerebbe esserci la gestione del traffico di droga dietro l’omicidio del ragazzo. Due bande opposte che si sarebbero date appuntamento per chiarire la gestione delle pizze di spaccio. Già la sera precedente esponenti dei due gruppi si sarebbero incontrati a Castellammare per un chiarimento dandosi poi appuntamento a Gragnano.