Napoli Nord

GIUGLIANO. Rapinò una banca quando era minorenne, arrestato

           

GIUGLIANO – Un ventenne originario di Giugliano in Campania, in provincia di Napoli, è stato ritenuto responsabile di una rapina in banca avvenuta nell’ottobre del 2018 a San Vittore, in provincia di Frosinone. All’epoca dei fatti il ragazzo era minorenne, e stando alle ricostruzioni dei carabinieri della compagnia di Cassino che il 22 aprile lo hanno tratto in arresto, si era introdotto in una filiale della Banca di credito cooperativo insieme a un complice, armato di cacciavite e con il volto nascosto, riuscendo a sottrarre 4.800 euro da una cassa aperta. A tradire i due in primo luogo l’accento, i testimoni hanno raccontato di averli sentiti parlare con cadenza campana. Attraverso l’impianto di videosorveglianza, poi, i militari hanno potuto raccogliere altri dettagli sui due, ma la prova schiacciante, che ha consentito l’arresto, e’ stato il ritrovamento di tracce di sangue sul luogo del crimine. Uno dei due giovani, infatti, nella foga si era ferito alla testa. Le prove di laboratorio, e l’analisi del dna, hanno consentito di chiudere il cerchio su uno dei due ragazzi, dopo che i carabinieri avevano ristretto il campo dei sospetti, osservando il modus operandi dei rapinatori.