Napoli Città

De Magistiris sfida De Luca e apre i bar della movida dopo le 23

           

NAPOLI –  “Giovani e movida a NAPOLI? Questa è la prova che il lanciafiamme non funziona, se era efficace doveva funzionare sia nella fase 1 che nella fase 2. Noi dobbiamo responsabilizzare le persone. Dobbiamo dire riprendiamo le nostre attività ma dobbiamo stare attenti. Eviterei decisioni che sono punitive in maniera inutile e tendono a colpevolizzare il cittadino”. Sono le parole del sindaco di NAPOLI Luigi de Magistris nel corso di Tg Club Speciale in onda su Teleclubitalia che ne ha diffuso una sintesi. Il sindaco ha ribadito la sua contrarietà alla chiusura anticipata alle 23 di bar, vinerie, baretti imposta dal presidente della Regione, Vincenzo De Luca, e ha annunciato che domani “emanerà delibere per consentire l’apertura degli orari “pre-Covid”. Ho detto anche a De Luca che è sbagliata la chiusura anticipata alle 23 e giovedì farò delibere e ordinanze per consentire nuovamente l’apertura oltre questo orario”. “Secondo alcuni – dice il sindaco – si fa meglio a chiudere alcuni posti e ridurre gli orari di apertura. Secondo me, per evitare la concentrazione delle persone tutte allo stesso posto, noi dobbiamo provare ad aprire tutto ciò che si può aprire portando attrattività dove ora la gente non va, per esempio al Centro direzionale o all’ex area Nato. Dove non ci sono abitazioni si può protrarre l’orario di apertura fino al mattino, nelle altre zone ritornare agli orari pre-covid”.