Regione

CORONAVIRUS. Tutti i dati dell’epidemia PROVINCIA PER PROVINCIA. I tamponi fatti in ognuno degli ospedali e un nuovo “zero virgola” che umilia bar, ristoranti, estetiste e parrucchieri

           

NAPOLI – Niente di che, ci siamo già lodati e imbrodati abbastanza per aver indovinato, ovviamente solo per fortuna, tutto quello che c’era da indovinare.

Dal 29 aprile la Campania ha un numero di nuovi contagi inferiore all’1% rispetto ai tamponi analizzati e da diversi giorni siamo vicini allo 0 assoluto.

Ma il dato rimane stabile. Qualcosa rimane quasi come se si trattasse di un monito sul fatto che il virus è sempre lì, incombente, pronto a ritornare attivo e a far del male ancora una volta.

In Campania e nel Sud è così dal 15 aprile, quando le percentuali erano già intorno al 2% e probabilmente continuerà ad essere così per il prossimo mese.

Che senso ha avuto, dunque, dato che nessuno è in grado, non esistendo un vaccino, di controllare il coefficiente di rischio di un ritorno dell’epidemia tenere completamente ferma l’economia della Campania e dell’intero Meridione d’Italia?

Nulla diversifica la situazione del 25 aprile e quella che si registrerà il 25 giugno. Attenti, presidiati, prudenti, rigorosamente osservanti delle norme di sicurezza delle mascherine e del distanziamento sociale si doveva essere il 25 aprile, ed esattamente la stessa cosa bisognerà fare il 25 giugno.

Tutta questa cosa un senso ce l’ha: i politici italiani e campani, i Conte, i Di Maio, gli Speranza, i Boccia, i De Luca e tutta la sua allegra combriccola di consiglieri regionali non sanno nemmeno lontanamente in cosa consista la vita di un libero professionista o di una partita Iva che profonde ogni giorno enormi energie e indicibili rischi per avere la soddisfazione di ottenere i risultati del buon imprenditore, nonostante una politica che lo rapina sistematicamente imponendogli di lasciare il 60% di quello che incassa alle tasse con cui poi si vanno a ingrassare le burocrazie e un settore pubblico largamente inefficiente e parassitario.

Dunque, nel report di ieri sera, la Regione ha ufficializzato 14 nuovi casi rispetto ai 4.223 tamponi processati, precisamente 1 positivo ogni 301 tamponi analizzati.

Il dato nazionale è 1 su 64,9. Dunque, fate voi.

Complessivamente in Campania sono stati processati 119.042 tamponi. Il numero dei positivi complessivamente registratisi è pari a 4.602.

Come potrete vedere, nel report di ieri i 14 positivi di ieri sono distribuiti in maniera più ordinata tra i vari centri di analisi. Non si sono registrate, infatti, le stesse concentrazioni che, nei giorni scorsi, si erano verificate nell’ospedale di Napoli Fuorigrotta e nel laboratorio Biogem.

L’Unità di Crisi della Regione Campania comunica che sono pervenuti i seguenti dati:

– Ospedale Cotugno di Napoli: sono stati esaminati 981 tamponi di cui 3 risultati positivi;
– Ospedale Ruggi di Salerno: sono stati esaminati 988 tamponi di cui 2 risultati positivi;
– Ospedale Sant’Anna di Caserta: sono stati processati 14 tamponi di cui nessuno risultato positivo;
– Asl di Caserta presidi di Aversa-Marcianise: sono stati esaminati 424 tamponi di cui 1 risultato positivo;
– Ospedale Moscati di Avellino: sono stati esaminati 151 tamponi di cui nessuno risultato positivo;
– Ospedale San Paolo di Napoli: sono stati esaminati 187 tamponi di cui 2 risultati positivi;
– Laboratorio dell’Azienda ospedaliera Federico II: sono stati esaminati 151 tamponi di cui 1 risultato positivo;
– Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno: sono stati esaminati 837 tamponi di cui 2 risultati positivi;
– Ospedale di Nola: sono stati esaminati 148 tamponi di cui 1 risultato positivo;
– Ospedale San Pio di Benevento: sono stati esaminati 80 tamponi di cui 1 risultato positivo;​
– Laboratorio del CEINGE: sono stati esaminati 175 tamponi di cui nessuno risultato positivo;
– Laboratorio Biogem sono stati esaminati 87 tamponi di cui 1 risultato positivo.

Positivi di oggi: 14
Tamponi di oggi: 4.223
Totale complessivo positivi Campania: 4.602
Totale complessivo tamponi Campania: 119.042

Dall’inizio del contagio in provincia di Caserta si sono registrati 431 positivi. 1 in più rispetto al report di ieri, processato o nell’ospedale Moscati di Aversa o in quello di Marcianise.

Napoli registra 2.536 casi di Covid-19, 11 in più rispetto a 2.525 di ieri.

(Manco le differenze tra un giorno e l’altro hanno scritto nel report della Campania, a cui lavorano un numero di persone che, tra stipendi e contributi, costano non meno di 100mila euro al mese. Fate schifo.)

667 sono i malati di coronavirus dall’inizio dell’epidemia a Salerno, dato invariato rispetto a quello del report di ieri.

Evidentemente, la positività registrata ieri in un tampone processato al Ruggi di Salerno non appartiene ad un salernitano.

Nessuna variazione anche per Avellino: 503 sono le persone ammalatesi di coronavirus fino ad ora in Irpinia anche oggi.

In conclusione Benevento: 1 nuovo caso, dato che si passa dai 189 del report di ieri ai 190 di oggi. Ed effettivamente, in questa circostanza, abbiamo anche il riscontro del tampone risultato positivo nella giornata di ieri, nell’ospedale San Pio del capoluogo sannita.

Qui sotto la tabella del trend epidemiologico della Campania dal 1 aprile al 10 maggio.

Il Coronavirus in Campania continua ad avere numeri che lasciano ben sperare. Nella giornata di domenica è stato confermato il trend dell’ultimo periodo, con 4223 tamponi effettuati ed appena 14 positivi per una percentuale di positivi dello 0,33%. Per il sesto giorno di fila siamo sotto lo 0,5% nel conteggio dei positivi rispetto ai test effettuati. Ecco il trend da aprile in poi:

1 aprile 13%
2 aprile 12%
3 aprile 6,5%
4 aprile 8%
5 aprile 7,5%
6 aprile 7,1%
7 aprile 5,9%
8 aprile 4%
9 aprile 4,7%
10 aprile 3,6%
11 aprile 5,2%
12 aprile 4,9%
13 aprile 7,4%
14 aprile 2,6%
15 aprile 4,5%
16 aprile 2,6%
17 aprile 1,4%
18 aprile 1,4%
19 aprile 2,3%
20 aprile 2,4%
21 aprile 2,3%
22 aprile 2%
23 aprile 1,46%
24 aprile 0,78%
25 aprile 1,1%
26 aprile 1,1%
27 aprile 1,6%
28 aprile 1,1%
29 aprile 0,4%
30 aprile 0,54%
1 maggio 0,4%
2 maggio 0,86%
3 maggio 0,34%
4 maggio 0,79%
5 maggio 0,4%
6 maggio 0,2%
7 maggio 0,48%
8 maggio 0,25%

9 maggio 0,29%

10 Maggio 0,33%