Regione

CORONAVIRUS. Più nuovi positivi in CAMPANIA che in Veneto. DATI NAZIONALI. I morti giornalieri scendono sotto quota 100, non succedeva da prima del lockdown

           
 Numeri, confronti e cifre su tutti i dati disponibili rilasciati dalla Protezione Civile per la Campania e l’Italia

NAPOLI (g.g.) – E’ di 1.673, con un calo di 23 rispetto a ieri (quando la discesa era stata di -14) il numero di persone che in Campania sono ancora malate di covid-19. Il numero dei tamponi analizzati ieri e resi noti nel report di oggi è di 3.691, per un totale regionale di 143.478.  Il rapporto del contagio (tamponi diviso nuovi positivi, che oggi sono 11) resta clamorosamente sotto all’1%. Per la precisione, 0,30%. 

Leggendo la tabella di oggi, ci salta all’occhio subito il fatto che la Campania ha più nuovi positivi in un giorno rispetto al Veneto (+9 su 6.433 tamponi). Una curiosità, una coincidenza ma diamo risalto a questo dato poiché il Veneto è la regione che in percentuale ha compiuto più tamponi sulla popolazione, escludendo ovviamente le regioni autonome di Trento e Bolzano. Il perché di queste due righe è dovuto al fatto che il governatore della regione Campania Vincenzo De Luca ha parlato del “modello” Zaia in Veneto, spiegando in pratica che non poteva essere quello il metodo da portare avanti. Oggi, forse, sarebbe il caso che il nostro fratacchione raddrizzi il tiro, se una regione al centro della zona più colpita dal covid in Italia ha numeri migliori della Campania e ha compiuto un vero e proprio miracolo, considerando che il primo decesso e il primo focolaio, oltre a Codogno, si sono registrati in Veneto. Raddrizzare il tiro ed aumentare i tamponi, ancora ad una cifra irrisoria nella nostra regione.

Non cambia il dato dei ricoverati nei reparti covid-19 ordinari, che resta a 342. Stessa parità tra ieri e oggi anche per il numero dei pazienti che si trovano in terapia intensiva nelle strutture della nostra regione, cioè 17, fortunatamente un numero incredibilmente basso. Continuiamo a sottolineare che per questo tipo di positivi, cioè coloro che si trovano in terapia intensiva, sono stati spesi (temiamo ormai a vuoto) circa 20 milioni di euro tra ospedali modulari, cioè prefabbricati, e strumentazione.

Scende di 23 unità il numero dei contagiati da coronavirus che si trovano in quarantena domiciliare, per un totale di 1.314. Dall’inizio dell’epidemia, la Regione Campania registra 399 decessi, +3 rispetto alla giornata di ieri, mentre i guariti sono 2.623(+25). Il dato delle persone sottoposte a tampone almeno una volta nella nostra regione è 67.155, +4.116 nel giro di 24 ore. Meglio rispetto ai giorni scorsi ma, come scritto in un articolo di pochi giorni fa, (CLICCA PER LEGGERE), la Campania è ultima in Italia per questo dato.

IL DATO NAZIONALE

I 451 nuovi positivi di oggi e i 36.406 tamponi effettuati in un giorno portano il rapporto del contagio al 1,24%. Se leggerete di festeggiamenti per il relativo ai nuovi positivi molto basso, perché è vero, è  probabilmente un numero inferiore rispetto alle settimane scorse, va sottolineato che i 36 mila tamponi eseguiti ieri e resi noti oggi è la quantità più bassa nel mese di maggio.

Complessivamente, dall’inizio dell’emergenza, sono risultati positive 225.886 persone, con 3.041.366 tamponi analizzati. Attualmente risultano positivi e sono curati dal Servizio sanitario 66.553 (-1.798). I sono guariti 127.326, cioè 2.150 in più. I deceduti sono stati 99, dato che porta il totale a 32.007. La discesa sotto quota 100 vittime in un giorno non avveniva dal 3 marzo, cinque giorni prima del lockdown.

Passiamo alle colonne gialle, cioè nelle varie categorie dei positivi assistiti: i ricoverati nei reparti covid ordinari sono complessivamente 10.207, -104 rispetto a ieri; 13 sono i posti letti liberati nelle Terapie Intensive. Dunque, si attestano a 749 i malati da covid in Rianimazione.

In quarantena domiciliare si trovano 55.597 positivi, 1.681in meno rispetto a ieri. Nelle ultime 24 ore, i  casi analizzati in Italia, cioè le persone sottoposte al tampone almeno una volta, sono stati 26.101, per un totale di 1.959.373.

Dei 451 tamponi positivi rilevati oggi, 175 provengono dalla regione Lombardia, il 38,8% del dato nazionale, un dato che fa finalmente sorridere Fontana e compagnia, dopo che per giorni la sola regione con Milano capoluogo trascinava il dato nazionale, con percentuale intorno al 50% e anche di più. Aggiungendo a questo dato anche il numero di nuovi positivi di Piemonte, Emilia Romagna, Veneto, Liguria e Toscana, si arriva a 728 casi di contagio nelle sei regioni più colpite. Parliamo del 71,62% del dato nazionale.

LA TABELLA DI OGGI