Uncategorized

CORONAVIRUS. Novità: ora De Luca li dovrà far tagliare a tocchetti, i ricoverati in terapia intensiva, per occupare gli ospedaletti da 20 milioni di euro. DATI NAZIONALI BUONI, ma sui tamponi si può fare di più

           
Numeri, confronti e cifre su tutti i dati disponibili rilasciati dalla Protezione Civile per la Campania e l’Italia

NAPOLI (g.g.) – La milionesima ordinanza di De Luca dovrà modificarne un’altra da lui firmata nei giorni scorsi, nella quale veniva stabilito un protocollo di macellazione ordinata per sezionare quelli che al tempo erano i 24 ospiti delle terapie intensive della Campania.

Siccome oggi sono diventati 19, occorre emendare con la riduzione a tocchetti in modo che i 19 possano occupare tutti i 120 posti di terapia intensiva negli ormai celeberrimi ospedaletti prefabbricati costati 20 milioni di euro (13 milioni per il montaggio, più le attrezzature) per non servire a un benemerito tubo.

In quei giorni ci siamo opposti con tutte le nostre forze, formulando proposte alternative, ma figuriamoci se “fratacchione” e compagnia perdevano l’occasione per fare un affidamento diretto e per far girare tutti questi quattrini alla vigilia della campagna elettorale.

È di 1.815, con un calo di 62 rispetto a ieri il numero di persone che in Campania sono ancora malate di covid-19. Il numero dei tamponi analizzati ieri e resi noti nel report di oggi è di 3.117, la solita cifra misera, per un totale regionale di 124.370  Il rapporto del contagio (tamponi diviso nuovi positivi, che sono 15) resta sotto all’1%. Una percentuale che aumenta, considerato il crollo del denominatore, cioè il dato dei tamponi molto basso.

Calo dei ricoverati nei reparti Covid-19 ordinari. Rispetto a ieri sono liberati 12 posti letto, numero che porta il totale a 402.

Cala di 49, rispetto ai 7 di ieri, il numero dei contagiati da coronavirus che si trovano in quarantena domiciliare, per un totale di 1.394. Dall’inizio dell’epidemia, la Regione Campania registra 394 decessi, +1 rispetto alla giornata di ieri, mentre, i guariti sono 2.421 (+76). Il numero di persone sottoposte a tampone nella nostra regione è 56.390, 984 in più nel giro di 24 ore.

IL DATO NAZIONALE

Gli 888 nuovi positivi di oggi e i 61.973 tamponi effettuati in un giorno (ma si può fare molto di più) portano il rapporto del contagio all’1,43%, il numero più basso, che batte l’1,60% del 10 maggio.

In verità, ci volevamo appoggiare a La Repubblica, che ha il report migliore, dopo aver dovuto abbandonare necessariamente quelli del Corriere della Sera e della Stampa di Torino, ma purtroppo oggi dalle parti di Piazza Indipendenza c’è un’aria ruffiana e leggera e i numeri sono completamente sbagliati.

Complessivamente, dall’inizio dell’emergenza, sono risultati positive 222.104 persone, con 2.735.628 tamponi analizzati. Attualmente risultano positivi e sono curati dal Servizio sanitario 78.457. I sono guariti 112.541. I deceduti sono stati 30.911, 195 in più rispetto a ieri.

Passiamo alle colonne gialle, cioè nelle varie categorie dei positivi assistiti: i ricoverati nei reparti covid ordinari sono complessivamente 12.172, -693 rispetto a ieri. Si attestano a 893 malati da covid in Rianimazione.

In quarantena domiciliare si trovano 65.392 positivi, 2057 in meno rispetto a ieri. I casi analizzati in Italia, cioè le persone sottoposte al tampone almeno una volta, sono stati 37.049, per un totale di 1.778.952.

LA TABELLA DI OGGI