Napoli Città

CORONAVIRUS. De Luca: bar, ristoranti, pizzerie e pasticcerie chiusi fino al 14 aprile

           

NAPOLI – In Campania, con decorrenza immediata e fino al 14 aprile, ulteriori misure di restrizione, ferme restando le misure statali e regionali per contrastare la diffusione del Covid-19. A disporlo un’ordinanza del governatore, Vincenzo De Luca. La Regione ha comunicato che sono, ulteriormente, sospesi le attività e i servizi di ristorazione, fra cui pub, bar, gastronomie, ristoranti, pizzerie, gelaterie, pasticcerie, anche con riferimento alla consegna a domicilio; i supermercati e gli altri esercizi di vendita di beni di prima necessità possono effettuare consegne a domicilio soltanto di prodotti confezionati e da parte di personale protetto con appositi Dpi (Dispositivi di Protezione Individuale); è vietato lo svolgimento di fiere e mercati per la vendita al dettaglio, anche relativi ai generi alimentari. Sono esclusi dal divieto i negozi che si trovano nelle aree mercatali. De Luca aveva già firmato una precedente ordinanza nella quale era prorogato l’obbligo di restare a casa salvo che per motivi di estrema e inderogabile necessità.